Tidbits | Acqua di mare resa potabile grazie al grafene

Acqua di mare resa potabile grazie al grafene

I processi di desalinizzazione e purificazione delle acque di mare potrebbero diventare meno costosi in termini economici ed energetici.

Alcuni ricercatori del MIT, Massachusetts Institute of Technology, hanno sviluppato un filtro sottilissimo in grafene in grado di purificare e desalinizzare l’acqua riducendo gli sprechi energetici e i costi economici.


I dispositivi oggi presenti sul mercato, infatti, sono formati da una membrana molto spessa che richiede una pressione elevata per consentire il passaggio dell’acqua attraverso i filtri. Questo, ovviamente, provoca elevati costi e un dispendio di energia notevole. La soluzione a questi problemi è il grafene!


I nuovi filtri ideati dagli scienziati del MIT sono composti da fogli di grafene con fori di dimensioni ridottissime (appena un nanometro).


La possibilità di creare fori così piccoli è il segreto di questa scoperta. La loro misura, infatti, è ideale per consentire il flusso dell’acqua e allo stesso tempo impedire il passaggio del sale e delle altre impurità dando il via alla possibilità di sviluppare nuovi metodi di purificazione e desalinizzazione a basso consumo energetico ed economicamente sostenibili.


Fonte articolo: MIT -  Massachusetts Institute of Technology e Nano Letters

Fonte Immagini: Google